Suggerimenti per la parte vegetale nella dieta #barf

Pubblicato
Commenti 0

Erbe Officinali (alcune)
Conosciamo oramai i benefici delle erbe officinali quali il tarassaco o l’erba medica.
Ma facciamo un ripasso su alcune altre =)

Timo Salvia Rosmarino e prezzemolo !

Per fare un discorso più sintetico e completo possibile per chi si è approcciato da poco a questa dieta dobbiamo prima ribadire un paio di informazioni.

Le carni degli animali che circolano negli allevamenti hanno un indice analitico diverso da quello in natura, generalmente più povero.
Questo perché hanno un foraggio carente e spesso sempre uguale, come la soia o i cereali.
Gli animali selvatici, prede naturali dei canidi, come i cinghiali gli ungulati i conigli, le quaglie etc.. , mangiamo più vario e completo grazie alla varietà di nutrienti che trovano nei boschi.
Le loro carni sono più nutrienti e il loro intestino è ricco di fibre vegetali molto varie in parte già metabolizzate che i canidi possono così assorbire data la loro ovvia natura di carnivori opportunisti.

Da qui l’esigenza di sopperire al tenore vitaminico inferiore nelle carni da allevamento con delle integrazioni, o meglio supplementi.
Il buon padrone del cane si trova così a doversi documentare su eventuali supplementi (quali ad esempio i famosi omega 3) e a confrontarsi amorevolmente con il proprio portafoglio,  perché il suo peloso abbia il meglio.
Il nostro suggerimento sulle erbe officinali infine è di usarle fresche, ma potete trovarle anche essiccate qui a negozio.

Premessa tratta dal sito di una delle nostre veterinarie nutrizioniste :

“..Usare piante medicinali direttamente in ciotola per la prevenzione delle patologie.

Invito tutte le persone che mi seguono a un uso ragionato delle comuni piante medicinali, partendo da quelle reperibili nei nostri balconi e giardini, aggiunte direttamente in ciotola del nostro Amico. Queste semplici piante, come ad esempio la salvia, il rosmarino, il timo e la melissa, possono davvero essere validi aiuti. Anche alcune verdure e ortaggi possono essere utilizzati, trasformando scarti della nostra cucina in vere e proprie medicine vegetali.
Fonte www.mariamayer.it …”

Nello specifico:

Il timo:

Il genere Thymus appartiene alla famiglia delle Labiateae e comprende circa 350 specie di piante tra le quali il timo comune (Thymus vulgaris) originario del Mediterraneo Occidentale.

Il  Thymus vulgaris è molto diffuso sul territorio italiano, presente allo stato spontaneo o coltivato e, assieme al Thymus serpillum (noto come serpillo o timo cedrato), è il più utilizzato per  le sue proprietà terapeutiche.

Altre specie di piante del timo sono il Thymus Herba Barona (che ricorda molto l’aroma del cumino) e il Thymus citriodorus, dal caratteristico profumo di limone.

Le foglie del timo sono piccole e allungate, di colore verde-grigio e ricoperte da una fitta peluria.

Proprietà e benefici del timo

Le virtù del timo sono legate alla presenza di un particolare fenolo: il timolo, potente antisettico, antispasmodico e vermifugo.

Le sue proprietà antisettiche sono conosciute sin dall’antichità e nell’”Herbario novo”, un saggio rinascimentale sulle piante medicinali, il timo veniva consigliato, cotto nel vino, per combattere l’asma e le infezioni della vescica. Inoltre, fino al primo dopoguerra, la maggior parte dei disinfettanti più diffusi era a base di timo.

Potente digestivo e carminativo, è efficace contro le infezioni alle vie urinarie e le infiammazioni dell’apparato respiratorio ed è un ottimo rimedio contro la tosse, asma, bronchite e raffreddore per le sue proprietà balsamiche e fluidificanti.
Le caratteristiche aromatiche del timo sembrerebbero utili per contrastare il mal di testa.
Riassumendo:
“..qualche fogliolina di timo in ciotola durante il periodo invernale, per preservare il nostro cane o gatto dalle patologie da raffreddamento…”
www.mariamayer.it

La Salvia:

La salvia (Salvia officinalis) è una pianta della famiglia delle Laminaceae. Molto usata in cucina per aromatizzare diverse pietanze, è in realtà utilissima anche per le sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie e diuretiche. Scopriamola meglio.

Proprietà e benefici della salvia

Le foglie della salvia contengono principi amari, acidi fenolici, i flavonoidi e un olio essenziale(contenente tujone, cineolo, borneolo, linalolo, beta-terpineolo e beta-cariofillene).

I flavonoidi (luteolina, salvigenina, genkwanina, cirsimaritina ed ispidulina), con svolgono un’azione estrogenica.

La salvia è utilizzata nelle affezioni dell’apparato gastrointestinale come rilassante della muscolatura liscia, in quanto esplica un’azione antispasmodica,
utile in caso di intestino irritabile, spasmi all’apparato digerente..

L’acido carnosico e i triterpeni (amirina, betulina, acido crategolico ed acido 3-idrossi-ursolico) conferiscono alla salvia proprietà antinfiammatorie e diuretiche offrendo una buona risposta contro la ritenzione idrica, gli edemi, i reumatismi e mal di testa…
..
la salvia possiede anche un’azione ipoglicemizzante: un infuso a stomaco vuoto di salvia è utile nella cura del diabete, perché riduce il tasso di glicemia nel sangue..

Il Rosmarino

Dal Post del gruppo Barfando Barfando:

Arbusto appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, il rosmarino, il cui nome scientifico è Rosmarinus officinalis, è una pianta aromatica largamente utilizzata in cucina o come rimedio naturale, ma è anche molto apprezzato per curare alcuni disturbi degli animali, in particolare del cane. La sua crescita è spontanea in tutta la costa mediterranea e lo si riconosce facilmente per i suoi fusti di colore chiaro molto ramificati e protesi verso l’alto. Le foglie sono di forma lanceolare, lucide e di colore verde scuro, mentre i fiori sono di color azzurro-viola con sfumature di lilla, piccoli e raccolti a grappolo. La fioritura della pianta avviene fra marzo ed ottobre e la pianta si può utilizzare sia fresca che essiccata per le preparazioni erboristiche, ma anche per insaporire diverse ricette.

Rosmarino apporta tanti benefici per il cane

Molto apprezzata per le sue proprietà antisettiche, toniche, antiossidanti e digestive, il rosmarino è eccellente per integrare l’alimentazione del cane perché è ricco di calcio, ferro e Vitamina B6. Ingrediente indispensabile per garantire un’alimentazione equilibrata al cane, ha un elevato contenuto di flavonoidi e di antiossidanti che contribuiscono al buon funzionamento del sistema immunitario dell’animale e aiutano a combattere con efficacia alcune malattie legate all’invecchiamento. Le sue proprietà antimicrobiche agiscono debellando i microorganismi e impedendone la crescita. Il rosmarino è anche un valido repellente per insetti e tenerne una pianta sul balcone o nel giardino aiuta ad allontanarli e a far vivere meglio il cane.

Rosmarino ottimo repellente naturale

Soprattutto durante l’estate gli insetti sono un vero fastidio non solo per gli esseri umani ma anche per i cani. Il rosmarino è un repellente naturale particolarmente efficace e basta escogitare qualche piccolo trucco per evitare le punture al nostro amico a quattro zampe. Basta infatti immergere in acqua dei rametti di rosmarino e passare con uno straccio imbevuto sul pelo del cane per farlo agire come antibatterico naturale in grado di allontanare la presenza di insetti e parassiti.

Anche l’olio di rosmarino ha degli ottimi benefici per il cane ed è particolarmente efficace come digestivo. Basta somministrarne qualche goccia per avere risultati eccellenti. Il rosmarino è anche un ottimo ricostituente ed è un valido aiuto per i cani debilitati e stressati, protegge anche il fegato e lo aiuta a svolgere al meglio le sue funzioni. L’olio non va mai utilizzato puro e non bisogna mai eccedere con le dosi perché potrebbe avere effetti collaterali.
(fonte:dogalize.com)

Il Prezzemolo (poco..)

“..Il prezzemolo non dovrebbe mettere a rischio la salute del vostro cane se non è in gravidanza o non soffre di problemi ai reni. Questo perché può causare contrazioni muscolari nei cani in gravidanza ed emorragie nei cani con problemi ai reni.

Siamo anche consapevoli del fatto che alcuni considerano il prezzemolo un alimento tossico. Tuttavia, questo è vero solo se il cane ne mangia una quantità molto elevata.

Contribuisce anche alla pulizia degli organi e aiuta a prevenire tutti i tipi di malattie canine comuni. Si può anche usare per trattare le infezioni del tratto urinario e i calcoli renali.

Può anche prevenire il cancro, visto che elimina le tossine del corpo.

Le proprietà anti infiammatorie di quest’erba impediscono lo sviluppo dell’artrite e la comparso di gonfiori. Altri benefici si possono riscontrare nel trattamento contro il prurito e la cura di lividi, indigestione, cistiti e problemi cardiaci..”
fonte :‘barfando barfando’

Un altro link utile in merito:

https://www.petyoo.it

Autore
Categorie ,

Commenti

Non ci sono ancora commenti a questo articolo.

Commenta

Inserisci qui il tuo commento. I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Devi prima visualizzare il tuo commento (anteprima) per poi pubblicarlo (invia).